Cerca

Carta giapponese per il restauro

La carta giapponese viene utilizzata da decenni per rilegature, restauri o applicazioni tecniche. I fogli più sottili sono ideali nel caso di conservazione di archivi storici, giornali di alto prestigio o per stampe grafiche. In questo caso la carta giapponese viene incollata su uno o entrambi i lati dell’oggetto da restaurare e normalmente si utilizza quella da 1.6 ai 6 g/mq. La carta che usiamo per queste applicazioni deve essere poco o per nulla visibile e deve anche aumentare in maniera significativa la stabilità ed integrità dell’oggetto in questione. Eventuali strappi o pieghe sono normalmente coperti con sottili ma resistenti fogli di carta da 6 a 20 g/mq. Carte da più di 10 g/mq sono utilizzate normalmente per giornali o stampe grafiche nei passepartouts. Quelle invece con più di 20 g/mq sono ideali per lavori di bossura o rilegatura.
*
Hanno acquistato anche